Siamo Makers!

La nostra creatività ci rende forti, indipendenti e liberi.

Per migliaia di anni, gli esseri umani hanno creato e inventato, abbiamo creato strumenti per facilitare il nostro lavoro e oggetti artigianali per il nostro piacere.
È ciò che ci ha resi umani. Ma da qualche parte lungo la strada abbiamo smesso di essere creatori e abbiamo iniziato a essere lavoratori.
Il lavoro adesso ci possiede. Clienti, capi, parti interessate: hanno tutti bisogno della nostra energia e se non stai attento, quelle richieste possono prosciugarti.

La tua creatività appartiene a te! Non sei legato a nessuno; fai ciò che vuoi fare.

Questo è un invito all'azione: spendi meno tempo rivolto al consumo e più tempo per la creazione.
Non importa se lavori a maglia, sciarpe, app di codice o scrivi saggi; se crei cose, sei un Maker (creatore).

Come possiamo creare cose migliori?

In primo luogo, pratica.
Sulla strada per fare qualcosa di grande, farai molte cose che non sono così buone. Va bene.
Farai anche cose buone che non sono apprezzate. Non preoccuparti di questo.
La storia è piena di esempi di artisti che hanno lottato anche quando stavano facendo grandi opere d'arte.
Non pensarci troppo. Sentiti libero di fare errori. Rompi le cose. Impara e itera.

Secondo, circondati di altri produttori.
Tolkien e C.S. Lewis avevano gli Inklings. Andy Warhol, Bob Dylan e Mick Jagger si sono incontrati a The Factory. Henry Ford, Thomas Edison e Warren G. Harding erano i vagabondi.

Ci sarà la tentazione di mantenere le tue creazioni private. Non farlo.
Imparerai solo se condividi ciò che hai fatto con il mondo.
Crea per divertimento, per approvvigionamento o per necessità.
A tempo pieno o parziale. Grandi progetti e piccoli progetti.